News
Incentivi assunzioni giovani
Incentivi per assumere giovani nell'agricoltura
Il Decreto Legge 91/2014, convertito con modifiche dalla Legge 116/2014, ha introdotto incentivi per...
 
Eima 2014
Eima: la Fiera Internazionale dell'agricoltura e del giardinaggio
Torna alla Fiera di Bologna Eima International, l'esposizione di macchine per l'agricoltura ed il gi...

L'Agricoltura e la sua Storia

L'Agricoltura nella Storia

Tra le attività stabili sviluppate dall'uomo, l'agricoltura è senza dubbio quella dalla storia più antica, a testimonianza di ciò sono state ritrovate numerosissime tracce di civiltà agricole primitive in zone poco distanti dai grandi fiumi quali il Gange, l'Eufrate, il Nilo, il Tigri ed il Fiume Giallo, e le loro caratteristiche hanno lasciato pensare agli esperti che si trattasse delle prime forme agricole.

Storicamente furono numerosi i cambiamenti che poco alla volta coinvolsero il mondo agricolo, i Fenici per esempio con i loro viaggi conobbero le zone mediterranee e le coltivazioni dei popoli orientali e degli Egizi, aprendosi quindi al giardinaggio e all'alboricoltura, mentre i Greci grazie alle influenze orientali cominciarono a coltivare l'olivo e la vite, ora alle basi della loro agricoltura.

Gli Etruschi, oltre a dedicarsi all'ambito commerciale e produttivo, erano ottimi agricoltori, di fatto allevavano il bestiame, svolgevano opere di bonifica e conoscevano persino l'aratro, al contrario delle popolazioni barbariche che invece, essendo nomadi, ignoravano qualsiasi tipo di pratica relativa al mondo agricolo.

Fino al XVIII secolo l'agricoltura presentò importanti punti fermi, dovuti alla tradizione, i prodotti infatti non subivano modificazioni di alcun tipo e la crescita delle coltivazioni seguiva lo scorrere del tempo e delle stagioni, chi si occupava della terra solitamente lo faceva per godere in prima persona della produzione, solo in alcuni casi veniva effettuato il trasferimento e la vendita della merce.

Dopo il XVIII secolo invece la scienza e la tecnica diedero un forte contributo all'agricoltura, con l'avvento della botanica, della chimica e della zoologia.